Neolaureati a partita IVA: quale retribuzione accettare?

Ci scrive una collega neolaureata, alla quale hanno proposto, come primo impiego, di aprire la partita IVA. Qual è la retribuzione minima che le conviene accettare? Ma soprattutto, avviare la propria carriera in regime libero-professionale è una buona idea?

Salve Dottore, sono una collega senza esperienza in farmacia, da poco iscritta all’albo. Sto cercando lavoro, ma le proposte giunte fin ora prevedono tutte l’apertura di Partita Iva. Volevo gentilmente chiederle, indicativamente, qual è la retribuzione oraria minima che potrei accettare per una collaborazione continuativa con la stessa azienda, considerate le varie spese a cui deve sottostare un libero professionista, fra cui Il versamento ENPAF in misura intera. La ringrazio anticipatamente per la sua attenzione e disponibilità. Cordialmente, dott.ssa Iva Badina.

Leggi tutto “Neolaureati a partita IVA: quale retribuzione accettare?”

Ammanchi di cassa: il collaboratore deve risarcire il titolare?

Da tempo si dibatte se il collaboratore sia responsabile, e in quale misura, degli ammanchi di cassa a fine giornata. L’opinione di Farmacisti Al Lavoro in risposta al quesito di un collega.

Salve dottore, spero sia in grado di risolvere il mio quesito. Due settimane fa mancavano dalla mia cassa circa 55 € a fine giornata. Premetto in quella cassa ci lavoro prevalentemente io, anche se mi capita di darmi il cambio con il collega per qualche cliente. Sulle prime il titolare mi ha detto di non preoccuparmi, ma oggi mi ha chiesto di rendergli l’importo in contanti non appena avrò ricevuto il bonifico dello stipendio. È una richiesta legittima?
La saluto, Dott. Vale Sartan

Leggi tutto “Ammanchi di cassa: il collaboratore deve risarcire il titolare?”

Farmaco danneggiato: quando ne risponde il collaboratore?

La farmacia puo’ rivalersi sul collaboratore che danneggia un farmaco mentre lavora? L’opinione di Farmacisti Al Lavoro.

Buonasera, sono una collega impiegata nella farmacia del mio paese. Oggi, caricando l’ordine, ho rotto per sbaglio una confezione di insulina Lantus Solostar di proprietà dell’azienda sanitaria (distribuzione per conto). Abbiamo dovuto ordinare una nuova confezione per la paziente, ma l’azienda sanitaria ha addebitato alla farmacia dove lavoro il costo della prima confezione. Lei crede che la titolare potrà rivalersi su di me?
Dott.ssa Anna Lapril

Leggi tutto “Farmaco danneggiato: quando ne risponde il collaboratore?”