I farmacisti esperti in nutrizione rispondono ai biologi.

Dopo le polemiche sollevate dai biologi sulla proposta di introdurre la figura del farmacista nutrizionista, Farmacisti Al Lavoro vi propone un’intervista esclusiva al presidente AFEN. Di che si occupa l’associazione? Appoggia la proposta di legge Mandelli-Lettieri? E come risponde ad Ermanno Calcatelli, presidente dei biologi?

Abbiamo visto come il percorso di studi dei farmacisti non sia inferiore a quello dei biologi per quanto riguarda la nutrizione. Ma che cosa ne pensa l’associazione dei farmacisti esperti in nutrizione?

La proposta di legge Mandelli-D’Ambrosio Lettieri, che introdurrebbe la possibilità per i farmacisti di elaborare diete ponderali, ha destato l’indignazione dell’ordine dei biologi, che per voce del loro presidente Ermanno Calcatelli hanno scritto una lettera al ministero chiedendo di ritirare la proposta. Tuttavia, noi di Farmacisti Al Lavoro abbiamo visto come in realtà il percorso di studi dei farmacisti non sia  inferiore a quello dei biologi per quanto riguarda la nutrizione umana, e quindi la proposta, oltre ad incontrare il favore della nostra categoria, appare ragionevole. Abbiamo voluto chiedere un parere a chi, da anni, si batte per l’introduzione della figura del farmacista nutrizionista. Ecco la nostra intervista esclusiva al dottor Francesco Maria D’Amore, presidente dell’Associazione Farmacisti Esperti in Nutrizione.

Leggi tutto “I farmacisti esperti in nutrizione rispondono ai biologi.”

Dieta Lemme: quando la moda puo’ essere pericolosa.

Una dieta senza nulla di geniale, la cui fama sembra dovuta più al personaggio che al background scientifico. Alcuni elementi positivi, ma anche dei seri rischi per la salute. In questo intervento esclusivo la dottoressa Valentina Suerz, farmacista e biologa nutrizionista, ci racconta il metodo Lemme.

La dottoressa Valentina Suerz, farmacista e biologa nutrizionista, ci racconta la dieta Lemme dal punto di vista scientifico.

Recentemente, su Farmacisti Al Lavoro ci siamo occupati spesso dell’argomento “farmacista nutrizionista”. Abbiamo chiesto ai colleghi se si sentano abbastanza competenti per fare i nutrizionisti, abbiamo confrontato il percorso formativo dei farmacisti con quello dei biologi e abbiamo pure intervistato una collega che esercita entrambe le professioni. Chi invece, fra i nostri colleghi, sembra non essersi fatto particolari scrupoli a presentarsi come nutrizionista è il dottor Alberico Lemme. Aldilà delle considerazioni etiche sul fatto che questo collega svolga un’attività che ai farmacisti non è ancora pienamente consentita dalla legge, da un po’ di tempo molti di noi si chiedono: la sua dieta funziona? Oppure è pericolosa per la salute? Non essendo competenti in materia abbiamo intervistato un’esperta, la dottoressa Valentina Suerz, che esercita sia come farmacista che come biologa nutrizionista in libera professione, e inoltre cura tematiche nutrizionali con grande attenzione e rigore scientifico sul suo blog, Alimentazione su Misura. Ecco dunque che cosa ci ha raccontato Valentina, con le sue esatte parole.

Leggi tutto “Dieta Lemme: quando la moda puo’ essere pericolosa.”

Una lunga serie di attacchi ai farmacisti.

Vendita senza ricetta, abusivismo, comparaggio: negli ultimi cinque anni, Le Iene e Striscia la Notizia non hanno dato tregua alle farmacie italiane. In questo approfondimento ripercorriamo le varie inchieste, e ci chiediamo: aldilà dei distinguo e delle giuste e legittime argomentazioni a nostra discolpa, abbiamo un problema?

L’ultimo servizio delle Iene è una fregnaccia, ma come siamo arrivati a questo?

Non è stato un lustro particolarmente fruttuoso per l’immagine pubblica delle farmacie e dei farmacisti italiani. L’ultimo servizio delle Iene, dove Nadia Toffa spiega come- a suo dire- si potrebbe risparmiare un miliardo di Euro l’anno solamente passando dalla DPC alla distribuzione diretta, non è che l’ultimo di una lunga serie di attacchi alla nostra categoria, iniziati almeno nel 2012. A spiegare perchè il risparmio paventato dalla Toffa non è che un’illusione ci hanno già pensato il presidente della Fofi Andrea Mandelli, la presidente di Federfarma Annarosa Racca e, in un video, il presidente di Federfarma Roma Vittorio Contarina. Non è necessario soffermarsi oltre su quella che, come comprende benissimo chiunque faccia questo mestiere, puo’ essere liquidata come una fregnaccia. Invece, in questo approfondimento vorremmo cercare di ricostruire la storia del fuoco incrociato di Striscia La Notizia e delle Iene sulle farmacie e sui farmacisti italiani, per arrivare a chiederci: abbiamo un problema?

Leggi tutto “Una lunga serie di attacchi ai farmacisti.”

I vantaggi di diventare un farmacista libero professionista.

Maggiori possibilità di impiego, gestione del proprio tempo, progetti per il futuro: in questo editoriale, Farmacisti Al Lavoro vi spiega perché potreste valutare di lasciare il vostro lavoro come dipendenti per intraprendere la libera professione.

Avete mai pensato a quali vantaggi vi potrebbe offrire la libera professione?

L’argomento “libera professione” è stato affrontato più volte da Farmacisti Al Lavoro. Nell’approfondimento dal titolo “Il farmacista da duemila euro al mese” ve ne abbiamo descritto gli aspetti economici e fiscali, e nell’approfondimento dal titolo “Farmacista con partita IVA: come iniziare?” vi abbiamo dato qualche dritta su come avviare l’attività. In questo editoriale vogliamo invece spiegarvi perchè dovreste sul serio considerare l’opzione di abbandonare la vita del farmacista collaboratore e diventare degli autonomi. Quali sono i vantaggi del lavoro di farmacista svolto in libera professione, rispetto a quello del farmacista collaboratore?

Leggi tutto “I vantaggi di diventare un farmacista libero professionista.”

Farmacista prescrittore: lo vorreste anche in Italia?

La figura del farmacista prescrittore si è fatta largo in questi anni nei paesi anglosassoni. Come farmacisti ritenete che la nostra Federazione dovrebbe iniziare ad occuparsi di questo argomento? E quale dovrebbe essere il percorso accademico del farmacista prescrittore, secondo voi? Il sondaggio di Farmacisti Al Lavoro.

Nell’articolo recentemente pubblicato sul farmacista clinico, per il quale Farmacisti Al Lavoro ha intervistato la direttrice del Master in Farmacia Clinica prof.ssa Paola Minghetti, abbiamo voluto introdurre il tema del farmacista prescrittore, soprattutto nell’ottica della gestione della cronicità e come alternativa ad un delisting di farmaci come la Tachipirina 1000 o il Tobral, che la maggior parte dei farmacisti vorrebbe diventassero SOP. Vogliamo continuare a occuparci di questo argomento, e proprio per questo ci piacerebbe conoscere l’opinione dei farmacisti italiani. Come farmacisti, ritenete che la FOFI dovrebbe avviare un processo che porti all’introduzione, come in Inghilterra e in altri paesi anglosassoni, della figura del farmacista prescrittore? I risultati saranno pubblicati nei prossimi giorni, su farmacistiallavoro.it e sulla pagina Facebook di Farmacisti Al Lavoro.

Leggi tutto “Farmacista prescrittore: lo vorreste anche in Italia?”

Le cose da sapere sul farmacista in Germania.

La Germania è una meta molto ambita dagli italiani, ma com’è per i farmacisti? Ce lo racconta in questa intervista Giovanni, farmacista italiano in Germania, mettendoci in guardia: qua si vive e si guadagna bene, ma bisogna sapersi adattare ed essere disposti a fare sacrifici.

Giovanni ha raccontato la sua esperienza di farmacista italiano in Germania nel suo blog. Oggi risponde alle domande di Farmacisti Al Lavoro.

Recentemente, su Farmacisti Al Lavoro ci siamo occupati delle prospettive occupazionali dei farmacisti in Inghilterra e abbiamo commentato le principali differenze tra il sistema inglese e quello italiano, avanzando anche qualche proposta per cercare di cogliere quanto di meglio il mondo anglosassone ha da offrire alla farmacia italiana. Un’altra meta ambita dai farmacisti italiani è la Germania, sulla quale però sappiamo molto meno. Come si fa a diventare farmacisti in Germania? E quanto questa scelta puo’ risultare vincente? A tal proposito abbiamo intervistato il dottor Giovanni Scancariello, che per primo ha raccontato la vita del farmacista in Germania nel suo blog.

Leggi tutto “Le cose da sapere sul farmacista in Germania.”

Abolizione dei voucher: attenti alle collaborazioni occasionali con ritenuta d’acconto.

Ci scrive una collega che fino a poco tempo fa faceva sostituzioni a voucher. Come potrò farmi pagare in futuro senza aprire partita IVA? Il consiglio di Farmacisti Al Lavoro: non emettere ricevute di collaborazione occasionale con ritenuta d’acconto, perchè rischi davvero grosso.

Salve, vi leggo spesso. Sono una farmacista pugliese, attualmente disoccupata. Talvolta mi capita di fare qualche sostituzione in una farmacia della mia provincia, la quale mi retribuisce in voucher. Adesso che i voucher sono stati aboliti, come posso farmi pagare senza aprire la partita IVA? Posso usare per esempio la collaborazione occasionale? Cordialmente, Amy Darone.

Leggi tutto “Abolizione dei voucher: attenti alle collaborazioni occasionali con ritenuta d’acconto.”

La lezione dei farmacisti inglesi.

L’intervista a Michele, farmacista italiano in Inghilterra, ci ha mostrato un sistema dove il farmacista è una figura centrale nel servizio sanitario, rendendoci più consapevoli del nostro isolamento dagli altri professionisti sanitari e del progressivo allontanamento dal nostro ruolo originario. Cause ma soprattutto possibili soluzioni in questo editoriale di Farmacisti Al Lavoro.

Il farmacista inglese è centrale nell’NHS, mentre il farmacista italiano è isolato dal SSN.

L’intervista recentemente realizzata da Farmacisti Al Lavoro a Michele, farmacista italiano che si è trasferito in Inghilterra, ha riscosso molto interesse nella categoria, tanto da essere letto da oltre settemila farmacisti nei primi due giorni. Del suo racconto ci ha colpito soprattutto la centralità del farmacista nell’NHS, il servizio sanitario inglese. In questo editoriale analizzeremo le principali differenze tra i due modelli- quello italiano e quello inglese- per cercare di capire che cosa, come farmacisti italiani, possiamo imparare dai nostri colleghi d’oltremanica, con l’obiettivo ambizioso di riguadagnare la posizione che ci spetta, nella società e nel SSN.

Leggi tutto “La lezione dei farmacisti inglesi.”